AEGEE Amsterdam VS AEGEE Genova

Pubblicato il Pubblicato in Eventi Europei

E si parte! AEGEE-Genova dà il via al suo primo scambio europeo con AEGEE-Amsterdam; Un incontro di una settimana che ha visto il team Genova partire alla volta della “Venezia del Nord” il 28, 29, 30 Aprile e l’arrivo degli olandesi in città il week-end successivo. È stato prima di tutto un vero e proprio incontro culturale che ha messo in risalto le caratteristiche dell’ospitalità, dell’organizzazione e dei modi di vivere la città di entrambi i gruppi, oltre che dare la possibilità di conoscere nuove persone, nuovi luoghi, nuovi mondi. Ma andiamo con ordine.

Dopo una partenza letteralmente burrascosa, con una pioggia da Guinness che ci ha accompagnati per l’intero tragitto fino all’aeroporto, veniamo accolti a Buxelles da un clima non propriamente primaverile – alla faccia delle previsioni! – che ci fa rendere conto di essere finalmente arrivati! Quello che vediamo per ora della città corre veloce al finestrino del pullman che ci porta alla Gare du Midi, dove ad attenderci troviamo Beata Matuszka – Network Director di AEGEE-Europe – . Abbiamo persino il tempo di una foto in tipico AEGEE Style di fronte alla Commission Européenne, poi ecco poco lontano la nostra prossima destinazione; una grande tigre all’ingresso ci informa di essere nella “base di AEGEE Europe”. All’indomani ci ritroviamo a uscire di casa, pronti per una nuova avventura: hitchhiking!

Scopriamo che la Domenica non è il giorno migliore per convincere i pochi passanti a scortarci fino ad Amsterdam, ma non demordiamo; dopo esserci divisi in tre gruppetti con la promessa di sentirci in caso di rapimenti alieni, la sfida comincia! Dopo duecento chilometri di autostop tra verdi prati e mulini a vento, l’entrata ad Amsterdam è su un camioncino guidato da un grosso olandese biondissimo… un arrivo decisamente spettacolare! Ci accolgono i primi membri di AEGEE-Amsterdam e a quel punto si può dire che il nostro scambio è entrato decisamente nel vivo: dopo una veloce sistemazione nelle case dei nostri host, ci spostiamo in un magnifico parco per una serata all’insegna del picnic e del calcetto, mentre la serata successiva ci vede su una barca per una grigliata in compagnia di un gran numero di amici “amsterdamiani”, condividendo birra e buona musica. La giornata più interessante resta il Koninginnedag, l’ultimo “giorno della regina” che ha visto una marea arancione in movimento per le strade della città, con concerti, feste e mercatini all’aperto per festeggiare l’abdicazione della regina in favore del re; noi abbiamo dato il nostro contributo con parrucche, magliette, occhiali, cappelli tutti rigorosamente arancioni e una certa voglia di divertirci. Dopo un ultimo city tour per il quartiere a luci rosse e i coffee shop, gli ultimi saluti e la partenza nuovamente all’alba. Prossima tappa: Genova!

L’arrivo dei nostri amici olandesi non può esimerci dal mostrare tutte le facce più belle della nostra città: dopo una capatina notturna tra le discoteche più conosciute con conseguente visita al porto antico e a piazza della Vittoria, è la volta di un city tour tra le Crêuza de mä con un omaggio canoro a de André e San Lorenzo, passando per i carruggi e la casa di Colombo. Tappe obbligatorie, una pizzata in compagnia e un pranzo tipically italian: pasta al forno contornata da vino rosso e tiramisù casereccio. Indimenticabile poi la gita alle Cinque Terre, con le immagini di una delle coste più belle dell’intera penisola.

Gli ultimi momenti insieme ci portano tra Piazza Annunziata e Via Balbi e terminano a Piazza Principe con l’augurio di rivedersi presto “maybe in Holland again”.

Una bellissima esperienza che, ancora una volta, ci ricorda come vivere in perfetto stile AEGEE!

Ready, steady…go! A new era of European opportunities started for AEGEE-Genova from the exciting exchange with AEGEE-Amsterdam. A one-week meeting which sounds a bit like a crew contest “AEGEE-Genova VS AEGEE-Amsterdam” where each and every participant won thanks to the many opportunities offered to everyone. From experiencing how to be the perfect host to trying to be the perfect guest, from living the vibrant cities from the hosts’ point of view to knowing new people in such a short time, this exchange has been a real cultural meeting at the crossroad of two wonderful countries. But let’s start from the beginning. The Genova crew visited the “Veniceof the North” from 28th to 30thApril while theAmsterdam crew flew to Genova the next weekend.

After a stormy travel where rain became our best companion, we arrived in Brusselswhere the weather was anything but springlike: the very sign that we had reached our first destination. We had a first glimpse of the Belgian landscapes from the bus windows during a fast transfer to Gare du Midi where Beata Matuszka – Network Director of AEGEE-Europe – was waiting for us. A little time for a typical AEGEE picture with the Commission européenne on the background and Mesdames et Messieurs here we are! From the big tiger at the entrance of a building, we understood that we were right in the AEGEE Europe base. Just the time to rest a bit and thenhitchhiking on the next day.

Any tips to convince a very few drivers passing by to give us a ride toAmsterdamon such a lazy Sunday morning? Not an easy job! However we didn’t give up. After forming three small groups and promising to call the others in case of some alien kidnapping we were ready for another challenge. After two hundred kilometres as skilled hitchhikers riding through green grass and windmills, we entered the city of Amsterdam on a van driven by a big blond guy… What a spectacular arrival!

Welcomed by the first members of AEGEE-Amsterdam we could finally say “let’s get it started!”. Just the time to leave our suitcases at the hosts’ place and then the Dutch crew took us to a wonderful park to play football and enjoy a picnic. The night after we experienced the typical boat party with barbecue, a good beer and lovely music. But the best was yet to come! The most interesting day has been the Koninginnedag, i.e. the last day of the Queen, where the streets were flooded by orange crowds of people, gigs, parties and markets celebrating the Queen’s abdication and the investiture of the King. What about us? We gave our little contribution of course with our orange wigs, t-shirts, glasses, hats and our desire to have fun! After the last city tour through the red-light district and some coffee shops, we had to say goodbye to our hosts. Next stop: Genova!

Our Dutch friends visit gave us the chance to show them the best part of our wonderful city: the Porto Antico andPiazza della Vittoria, the nightlife of Genova with clubs and movida and a rainy city tour passing through the typical streets of Genova: caruggi and Crêuza de mä, with a song we sang in honour of the Genoese singer Fabrizio de André, and then the cathedral of San Lorenzo and the house of Christopher Columbus.

And of course some Italian food with pizza and a typically Italian Sunday lunch: pasta al forno, red wine and homemade tiramisu.

And let’s not forget the trip to Cinque Terre, one of the most beautiful coasts inItaly.

We passed the last moments together walking through Piazza AnnunziataVia Balbi and the railway station ofPiazza Principe where we had to say goodbye to the Dutch crew with the hope to see them again “maybe inHolland”.

An amazing experience that reminded us how to live in a perfect AEGEE style!